Il peso invisibile

Disturbi dell’adattamento e
disturbi da stress acuto/post-traumatico

I disturbi dell’adattamento si manifestano quando una persona non riesce a “adattarsi” all’esperienza dopo essere stata esposta a una o più fonti di stress. Questi disturbi possono includere il disturbo da stress acuto e il disturbo da stress post-traumatico.

Affrontare l'incapacità di adattamento

Quando gli eventi avversi sfidano la nostra capacità di reazione

I disturbi dell’adattamento si presentano quando una persona che è stata recentemente esposta a una o più fonti di stress non riesce ad “adattarsi” all’esperienza, sviluppando una risposta emotiva e cognitivo-comportamentale anomala.
I sintomi di questi disturbi si distinguono dalle usuali reazioni ad eventi difficili, poiché causano una marcata compromissione del funzionamento in ambito sociale, lavorativo, scolastico o in altre aree importanti della vita dell’individuo.

Il quadro sintomatologico può essere caratterizzato da umore depresso, ansia, insonnia e bassi livelli di concentrazione.
I disturbi dell’adattamento, a differenza dei disturbi da stress, insorgono a seguito di eventi avversi di qualsiasi livello di gravità, quindi non necessariamente di natura estrema.

I disturbi da stress (disturbo da stress acuto e disturbo da stress post-traumatico) si sviluppano in soggetti che hanno subito o che hanno assistito a un evento traumatico, catastrofico o violento, oppure che sono venute a conoscenza di un’esperienza traumatica accaduta a una persona cara.
Tali condizioni si caratterizzano per la presenza di umore negativo, sintomi intrusivi (flashback, incubi), sintomi dissociativi, comportamenti evitanti, iperarousal (insonnia, ansia, problemi di concentrazione, irritabilità).

Il disturbo da stress acuto e il disturbo da stress post-traumatico si differenziano sulla base di un criterio temporale: presenza dei sintomi da tre giorni sino ad un mese dal trauma nel disturbo acuto, presenza dei sintomi oltre un mese dal trauma nel disturbo post-traumatico.